come-scegliere-il-bouquet

Come scegliere il bouquet

Come scegliere il bouquet da sposa: 4 consigli utili da copiare subito

Ti stai chiedendo come scegliere il bouquet da sposa? È un quesito più che lecito se stai per sposarti o se stai pianificando qua e là i primi step nuziali con largo anticipo. Il bouquet è sempre stato uno dei punti focali dello sposalizio e, insieme all’abito, è il topic dell’outfit della sposa. Oggigiorno ci sono fioristi, sia online che con punti vendita fisici, altamente specializzati nella realizzazione e ideazione di mazzi di fiori nuziali eccezionali, ricchi di pathos e perfettamente in accordo con il mood del ricevimento e con la personalità della sposa. Ma ci sono anche variabili che è meglio valutare per tempo da sola, almeno per farti un’idea di come potrà essere il tuo mazzo da sogno. Nella nostra guida troverai infatti quattro consigli utilissimi per scegliere senza indugio il tuo bouquet da sposa ideale: leggili tutti e inizia a lasciarti ispirare.

Le proporzioni

Per scegliere il bouquet nuziale perfetto dovrai pensare in primis alle proporzioni e con questo intendiamo non solo la dimensione, ma anche il colore e il bilanciamento generale con l’abito. In particolare tonalità, forma e tessuto del vestito sono aspetti importanti da tenere in forte considerazione. In alcuni casi, per esempio, lo stesso bouquet può compensare la resa visiva generale dell’outfit da sposa, in altri può enfatizzare il mood dell’abito, il tessuto, la colorazione, i dettagli. Un atelier altamente professionale come Centro Sposi Paradiso potrà sicuramente aiutarti in questa scelta dandoti consigli mirati anche in base alla tua personalità, ai tratti del tuo viso, ai tuoi colori. Ma come regola generale possiamo dire che in abbinamento ad abiti da sposa semplici, dalle linee minimali e tessuto liscio si può osare con un bouquet elaborato magari dalle forme maxi, composto da fiori iper colorati o arricchito da un gioiello. Per abiti da sposa di per sé già molto preziosi invece meglio propendere per un mazzo di fiori più sobrio e raffinato, composto da una sola tonalità e al massimo da due fiori differenti. Il tutto poi è bene sia calibrato anche in base all’altezza della sposa: un bouquet troppo grande infatti renderà una donna bassa o curvy ancora più piccola o in carne visivamente, quindi regolati di conseguenza.

La forma

Non ti sembrerà vero, ma esistono tantissime forme per il bouquet da sposa e sicuramente visionarle sarà un’esperienza unica e divertente. Ad esempio potrai optare per un mazzo di fiori rotondo, a cascata, voluminoso, o composto da un solo fiore. Curiosa vero? Scopri di seguito le peculiarità di queste tipologie.

  • Il bouquet rotondo: solitamente il più compatto e gettonato negli ultimi periodi, è anche un vero classico senza tempo e personalizzabile al massimo. I fiori più adatti per comporlo sono le rose, le ortensie se ami il mood rustico e leggero, le peonie, ma anche la gypsophila. Il bouquet rotondo compatto è perfetto in abbinamento agli abiti corti sbarazzini o retrò, ma anche a quelli più lunghi e principeschi: insomma sta bene con tutto e in base ai fiori scelti assume un’allure diverso e unico.
  • Il bouquet a cascata: è stato molto in auge ed ha sicuramente tratti molto romantici e anche un po’ selvaggi. Questo mazzo di fiori nuziale sta benissimo in abbinamento ad abiti da sposa a sirena, a quelli con strascico importante o principeschi. L’importante è scegliere i fiori giusti ed è perfetto solo se non si è troppo basse.
  • Il bouquet voluminoso: è realizzato con fiori già di per sé ampi come le già citate ortensie. È l’ideale con abiti da sposa in stile impero per enfatizzare un mood bohémien, o accostato a vestiti più semplici e scivolati per conferire quel quid in più che non guasta mai. Come accennato prima però il bouquet voluminoso non è adatto alle donne curvy o a quelle basse.
  • Il bouquet con un unico fiore: è oggi il più amato, anche perché mette in luce soprattutto l’abito e la bellezza della sposa. Per certi versi è una scelta insolita, ma molto raffinata e capace di attirare gli sguardi in modo impagabile. Il fiore unico è perfetto accostato ad abiti da sposa a sirena o in generale aderenti, ma anche l’ideale per quelli a colonna o peplo. Il fiore giusto? Sicuramente la peonia, la rosa rustica, l’ortensia, la calla, ma anche il girasole.

I fiori e il loro significato

Un appunto importante su come scegliere il bouquet da sposa va fatto riguardo al significato stesso dei fiori. Sicuramente un bravo fiorista e pure il Centro Sposi Paradiso saprà aiutarti al meglio in questo, ma prestaci molta attenzione, specie se sei scaramantica o non vuoi tralasciare alcun dettaglio. Per esempio la calla significa devozione e stima, il crisantemo al contrario di ciò che si pensa esprime vita nuova, la dalia gratitudine, la gerbera rossa amore, il girasole gioia, l’ortensia amore totale, la peonia timidezza e romanticismo.

Il pendant

Sì, il tuo bouquet da sposa ideale dovrà essere in armonia anche con il tema nuziale, con eventuali colori scelti per la cerimonia e dovrai tenere presente pure l’acconciatura. Molte spose infatti desiderano ornarsi il capo con un piccolo fiore pendant con il bouquet e per questo la scelta dovrà essere molto oculata. Meglio prediligere fiori piccoli e medi come le rose, il cosiddetto velo da sposa e specie che non sfioriscono in fretta altrimenti la tua acconciatura risulterà poco attraente nel giro di qualche ora. Ma non finisce qui, i fiori saranno presenti anche sulla pochette dello sposo, di papà e testimoni, o magari pure sul polso di tua madre e delle damigelle? Tieni conto di tutto e fai realizzare per ognuno di questi un dettaglio con uno o due fiori pendant con il tuo bouquet. Mentre quello da lanciare, come da tradizione, potrà essere una replica mignon dell’ufficiale con colori più neutri e senza dubbio meno elaborato.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Cerca