Come scegliere la colonna sonora del vostro matrimonio

Il grande giorno si avvicina e i preparativi fervono in attesa del “SI” più importante della vita: location, banchetto, abito, bomboniere e fioraio sono ormai fissati, manca solo l’ultimo particolare ed è la musica. Sebbene spesso venga trascurata, la colonna sonora di un matrimonio è un elemento indimenticabile che resta fisso per sempre nel cuore e nella mente degli ospiti e degli sposi che la scelgono. Una canzone che racconti la storia d’amore, in grado di esprimere con romanticismo e un pizzico di ironia l’unione tra i novelli sposi.

La prima regola da rispettare quando si sceglie la musica da proporre a un wedding party è quella di seguire il cuore: il matrimonio è il giorno in cui gli sposi sono i protagonisti per eccellenza e tutto ruota intorno a loro. Non c’è invitato che tenga, critica sul banchetto che possa scalfire la gioia di quei momenti, è un momento magico che va vissuto in pieno e cosa può immortalarlo meglio se non una meravigliosa colonna sonora? Che sia “A te” di Jovanotti o “You are my sunshine” della mitica Aretha Franklin, ogni nota saprà cogliere la bellezza di quegli attimi di pura felicità che rimarranno eterni.

Può capitare che gli sposi abbiano gusti davvero particolari in fatto di musica, che amino, ad esempio, generi inusuali, poco conosciuti e non apprezzati dal tipo di ospiti. In questi casi vi suggeriamo di bilanciare le vostre preferenze con proposte più classiche, mescolando diversi generi musicali. In tal modo riuscirete a soddisfare le vostre esigenze e quelle degli ospiti, che potranno sentirsi a proprio agio durante il banchetto.

La scelta della colonna sonora: occhio agli ospiti

La prima domanda a cui dovete rispondere riguarda il tipo di musica da riprodurre e cioè se preferite un gruppo musicale che suona musica da camera, una band con la batteria e il sassofono, un dj con la consolle per scatenarsi a fine banchetto con un po’ di disco music o, infine, la classica filodiffusione che trasmette i brani suggeriti dagli sposi al responsabile di sala. Le opzioni sono davvero tante e come protagonisti della giornata potreste pensare di chiamare anche un cantante che suoni musica antica napoletana da accompagnare con la chitarra classica o un bravo violinista, che tenga compagnia agli ospiti mentre banchettano.

Per una riuscita ottimale della cerimonia, è bene programmare in anticipo la scaletta, scegliendo anche i momenti in cui inserire quei brani più rappresentativi. Un’idea interessante potrebbe prevedere una prima fase più tranquilla con musica da camera per passare al momento dedicato alla dance music, per scatenarsi sulla pista da ballo e ritornare a fine serata ai classici più romantici, inserendo il mitico “ballo degli sposi”. Che sia l’intramontabile “La vie en rose” di Edith Piaf o “L’emozione non ha voce” di Adriano Celentano o “Meravigliosa creatura” di Gianna Nannini, sposo e sposa vibreranno in un romantico ballo facendo sognare tutti gli invitati. Si tratta del momento centrale del matrimonio che spesso commuove, descrive il vostro amore e il tipo di rapporto che vi unisce, tutto raccontato attraverso una canzone.

Per questo è importante scegliere la colonna sonora del vostro matrimonio dando le giuste indicazioni al gruppo musicale che avete ingaggiato, suggerendogli la versione migliore da suonare, la tonalità, il momento in cui inserirla e la frequenza con cui cantarla.

Un altro momento clou della giornata è quello del taglio della torta, un classico intramontabile che fa sognare spose e mamme da mille generazioni: una fase così importante che spesso la sposa decide di cambiarsi d’abito e gli ospiti vengono dislocati in un’altra zona della location più suggestiva. Durante il taglio si brinda insieme ai genitori e agli amici più stretti e se il tempo lo consente, si rimane a guardare il cielo stellato per qualche minuto. Un momento così deve avere una colonna sonora all’altezza delle emozioni che provoca: una musica più languida come “I will always love you” di Whitney Huston o “All of Me” di John Legend o passionale e dallo stile retrò come “Ti sposerò perché”. Per scegliere la canzone giusta dovete considerare tante cose: le parole che meglio vi raccontano, la melodia che vi emoziona, le sensazioni che suscita e che creano vera magia.

Come scegliere la colonna sonora del vostro matrimonio? Cantatela voi!

Se avete voglia di stupire il vostro partner con una scelta un po’ pazza ma molto tenera, rispolverate le vostre conoscenze di musica e accompagnati dagli strumenti dal vivo o con una base musicale, prendete il microfono e dedicate quel brano che meglio vi racconta. Un’idea azzardata? Sì, ma di sicuro effetto! E se siete degli inguaribili romantici, provate a scrivere voi stessi un pezzo con la base di una canzone famosa e dedicatela al vostro amore. Azzardate con un rap se non siete particolarmente intonati o con un classico evergreen se, invece, potete permettervi anche tonalità alte. Il coraggio premia sempre in amore e questa potrebbe essere l’ennesima prova dei sentimenti che provate l’uno per l’altra: se proprio non ve la sentite di cantare da soli, fatevi aiutare dal cantante che avete ingaggiato per rendervi il compito più semplice.

Abbiamo parlato fin qui della colonna sonora da scegliere durante la cerimonia, ma non dimenticate che dovrete indicarne una anche per il rito religioso. E quale migliore idea se non l’intramontabile “Ave Maria” di Schubert suonata al violino se il rito si svolge in chiesa o la marcia nuziale di Mendelssohn negli altri casi? La musica è davvero infinita e la scelta può spaziare tra brani con sola musica o con le parole, con più strumenti per dare maggiore ritmo o con una semplice chitarra.

Ecco, immaginate ora di essere giunti al giorno del vostro matrimonio e proiettatevi davanti all’altare, quale musica vorreste sentire per sentirvi a vostro agio? Adesso siete arrivati alla location dove si svolgerà il banchetto: immaginate gli ospiti, gli amici, i familiari e il vostro partner, la bellezza del panorama e degli ambienti raffinati. Tutto è pronto, anzi, è perfetto per coronare il vostro amore e in quel contesto da sogno immaginate la canzone che vorreste sentire. Ecco, la colonna sonora migliore per il vostro matrimonio è proprio quella musica che sentite nella mente, un’alchimia di suoni, parole ed emozioni che creano brio e romanticismo per un evento perfetto.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Cerca